fotros travel agency
Cooperazione Italia-Iran
Notizie
105

Cooperazione Italia-Iran

Viaggio di otto giorni dei dirigenti italiani e dei membri dell'Unione cooperativa italiana

E i risultati del viaggio del gruppo italiano al progetto "Cooperazione Italia-Iran per lo sviluppo del patrimonio culturale, turistico e artigianale"

Dirigenti e membri dell'Unione Cooperativa Italiana nell'ambito del Progetto di cooperazione Italia-Iran per lo sviluppo dei beni culturali, del turismo e dell'artigianato dal 18 al 25  dicembre 2019 .

Hanno viaggiato in Iran e hanno visitato le cinque province di Khuzestan, Kurdistan, Fars, Teheran e Kermanshah. Il gruppo ha esaminato attentamente siti storici e siti culturali e storici nelle cinque province.

In una riunione ospitata dal Ministero dei beni culturali, del turismo e dell'artigianato, sono stati riassunti i più importanti risultati di viaggio e di valutazione della squadra italiana e infine la provincia del Khuzestan ha approvato l'inizio dei suoi sforzi di ricerca.

Mohammad Hassan Talebian, vicedirettore dei beni culturali presso il Ministero dei beni culturali e del turismo e dell'artigianato, ha sottolineato l'importanza della cooperazione culturale italo-iraniana.

Ha continuato "Accogliamo con favore la cooperazione Iran-Italia nel patrimonio culturale e siamo pronti al 100% a rafforzare e continuare la nostra cooperazione con l'Italia".

 

Anche Farhad Azizi, direttore generale dell'Ufficio del patrimonio mondiale presso il Ministero della cultura, del turismo e dell'artigianato, ha parlato durante l'incontro e ha sottolineato: la cooperazione dell'Iran con vari paesi nel campo del patrimonio culturale è molto importante. Conoscono il patrimonio culturale e i monumenti dell'Iran, nonché le attrazioni turistiche, e ora, dopo aver viaggiato in Iran, c'è una grande opportunità per la cooperazione Iran-Italia.

"Il rafforzamento della cooperazione a livello internazionale avrà risultati eccellenti per tutte e tre le aree del patrimonio culturale del ministero, del turismo e dell'artigianato e può aiutare a scambiare esperienze e rafforzare la cooperazione", ha aggiunto.

E "è un grande piacere per noi lavorare con il gruppo italiano e spero che continueremo a lavorare con tutti coloro che sono interessati al patrimonio culturale, al turismo e all'artigianato".

 

Farhad Azizi ha dichiarato: "La cooperazione nel campo della ricerca, nonché il restauro di monumenti culturali e l'uso dell'esperienza di gruppi internazionali, tra cui esperti italiani, è uno degli obiettivi più importanti che perseguiamo nel comunicare con diversi paesi del mondo e sono lieto di vedere che la cooperazione è rafforzata a livello internazionale. Siamo con paesi come l'Italia ".

Anche Il signor Augusto Di Giacino, responsabile dello sviluppo aziendale presso l'ambasciata italiana, ha espresso soddisfazione per la sua visita in Iran e per aver visitato le attrazioni turistiche e i monumenti storici unici dell'Iran. "Oltre alle attrazioni turistiche uniche, abbiamo visto preziosi monumenti culturali unici al mondo, mentre i costumi, le tradizioni e il patrimonio immateriale dell'Iran erano anche molto belli per me".

"Questo progetto avrebbe dovuto essere attuato perché l'Iran e l'Italia hanno una lunga storia nel patrimonio culturale e sono fiducioso", ha detto in una conferenza in occasione del 60 ° anniversario della cooperazione Iran-Italia recentemente tenutasi in Iran. Grandi risultati arriveranno ".

Nella sua visita in cinque province dell'Iran, Augusto Di Giacinto ha dichiarato: "Abbiamo sempre apprezzato l'ospitalità del popolo e dei funzionari iraniani, nonché le preziose capacità e capacità dell'Iran nel campo del patrimonio culturale. "Sorprendentemente, i progressi dell'Iran nel turismo e nei nuovi modi di ospitalità e ricettività turistica, compresa l'introduzione dell'ecoturismo e della ricettività turistica in ambienti tradizionali e belli".  Durante il nostro viaggio in Iran, abbiamo visto l'ospitalità delle persone, la loro ospitalità e la loro pace e intimità ".

"Penso che uno dei punti più importanti del mio viaggio in Iran sia la possibilità di fare acquisti in modo sicuro e qualsiasi turista in cerca di souvenir possa fare artigianato", ha detto. "Porta via la bellezza di questo paese."

"Dopo aver designato il Khuzestan come iniziatore, prometto che il nostro gruppo sarà il primo di un gruppo di turisti a visitare i siti storici della provincia del Khuzestan, tra cui Susa, per vedere i risultati della cooperazione italo-iraniana".

La cooperazione italiana -iraniana per lo sviluppo del patrimonio culturale, del turismo e dell'artigianato è un progetto triennale di un anno, in cui la prima fase di una delegazione di cooperative italiane viaggerà in Iran e frequenterà cinque province del nostro paese. Hanno esplorato il potenziale culturale e storico di queste province.

 

 
We love to hear your comments